Della musica e dell’amore (che poi è uguale)

 Circa 4 mesi fa ho scritto una canzone, l’ho chiamata “Niente di speciale”.Poi ne ho scritte altre ma dopo quella mi sembra di avere detto tutto. E non è presunzione anzi, è la sensazione di aver vuotato il sacco. Fermo restando che mi auguro e spero ogni notte, quando mi metto al piano o davanti ai fogli bianchi, di scrivere la canzone piu bella di tutte le altre.

Della sorte di quella canzone cosi come di tutte le altre non posso discutere, data l’incertezza di ogni mio momento di vita non mi è dato saperlo. Fossi Tiziano Ferro saprei come andrebbe a finire.Ma io no…

Sono nata gia innamorata di una cosa che non si tocca e che non si afferra e che non ti abbandona,che ti lega e che ti nutre e affama! Dedicata come sono ad un arte cosi eterea e fatta d’aria mi chiedo cosa resterà di tutto questo tempo passato a scrivere canzoni adesso che nemmeno piu i cd esisteranno.

La gente continua a scaricare canzoni dai siti gratis e tu lavori per niente (o quasi).

E’ come se d’improvviso ci si accorgesse che il pane lo si puo fare solo con l’aria e i panettieri continuassero a produrre pane con la farina.

E non si puo vivere senz’ aria, e nemmeno senza farina.

P100924003

Ania Cecilia

marzo 1, 2013. Things. Lascia un commento.