“UNA DONNA X LA VITA”/ “ROMANTICK CINEMA” UNA PICCOLA FAVOLA MODERNA

Ciao amici,

come avevo gia accennato nel post precedente con ROmantiCK Cinema ho avuto la fortuna di essere coinvolta nella magia del film “Una donna x la vita” che uscirà nelle sale il prossimo 21 settembre. “Guardami” è la colonna sonora e Maurizio Casagrande (regista e protagonista del film) mi ha “arruolata” anche come “attrice” per alcune scene. 🙂

E’ stato come entrare in punta di piedi in una favola che hai sempre visto da dietro lo schermo, ed essere trascinata in una centrifuga di emozioni, impegno, divertimento.Un po come Alice nel paese delle meraviglie!

Per prima cosa ho scoperto che gli attori iniziano a lavorare quando noi musicisti andiamo a dormire.Ti prelevano anche alle 5 del mattino per andare al trucco ed essere pronta per le 7. Nei camerini dediti al trucco hai la possibilità di scambiare chiacchiere o di ripassare il copione con un collega e di stabilire simpatie, feeling o antipatie.Nel mio caso devo dire che quest’ultima opzione non c’è stata,tutti carinissimi.Un cast felice e compatto nonostante lo stress.

 

Il primo giorno mi sono ritrovata nel camerino di Maurizio a ripassare la parte con lui e con Neri Marcorè.Ora,dico, immaginate me, cantante che ha sempre e solo cantato e scritto canzoni , ritrovarmi con due attori di questo calibro a “recitare” come se lo avesse sempre fatto… Ho sempre pensato che recitare, in fondo, fosse facile.E invece no! E’ difficilissimo.Lasciarsi andare, essere meno se stessi e entrare nei panni di qualcun’altro.Per quanto io interpretassi me stessa (nel film sono, appunto, Ania) essere naturale mentre dici a Neri : “ha parlato o’ nonno” bè…non è proprio semplice!. Anche perchè mai nella vita mi sognerei di chiamare Neri Marcorè nonno…Infatti durante le provo recitavo la parte come da copione e poi aggiungevo “scusami!”.

                                             

Dopo ore di trucco e preparativi ci portano sul set, che in questo caso è un pub molto grande in una via di Roma. C’è un palco,una batteria, una tastiera, chitarre, microfono , basso…insomma sono nel mio mondo e questo è confortante. Guardo Maurizio e Neri ridere e scherzare mentre io sono leggermente nel panico.”Vieni avanti e fermati appena dietro quella luce” “quando arrivi a questo punto guarda in questa direzione” “non voltare le spalle prima di arrivare a questo segno per terra, lo vedi il segno per terra?”ma come faccio a guardare il segno per terra e le loro facce contemporaneamente?o mio dio… insomma…non è tanto per le battute da dire ma per lo stare attenti a tante cose  che ti confondi quando non hai esperienza.Con l’esperienza i segni per terra non li vedi, “li senti”, e nemmeno ne hai bisogno. Mi piacerebbe provare quest’ebbrezza.Io che poi sono parecchio istinto ho avuto un po di difficoltà a seguire tanti comandi e allo stesso tempo essere spontanea,ma alla fine ce l’abbiamo fatta. C’erano altre scene da fare, saltano, si è fatto tardi.Rimandate ad altro giorno.

La notte non dormo.Io sono una pignola, che poi è indice spesso di insicurezza, quindi si, sono un’insicura.Mi butto, ci provo con anima e corpo, non mi tiro mai indietro,ma poi però passo le notti sveglia a capire se ho fatto bene, se ho fatto male, se sono stata brava, se davvero ce l’ho messa tutta, dove ho sbagliato e se potevo fare di meglio. E cosi anche quella notte mi sono “divertita” con queste domande da psicopatica quale sono.A cena strazio Maurizio con le mie domande su come migliorarsi, e ormai anche da lui mi faccio conoscere per la capacità di autointrospezione vicina alla follia 😛

Cantare è piu semplice.O forse non lo è, lo è per me che lo faccio da sempre.Ma trovo che sia un po come nascondersi, anche se ti esibisci.Vai sul palco,parte la musica, e sei nel tuo mondo.Un mondo che ti avvolge, ti copre, ti guida. Probabilmente è cosi anche per gli attori che recitano da sempre.Ad ogni modo cimentarmi in cose diverse dal mio solito mi stimola e mi appassiona.Reciterei ancora, preparandomi al meglio. 🙂

Circa 2 settimane dopo la produzione mi chiama per girare l’altra scena.Stavolta siamo su Napoli, in un locale sul mare.
Siamo davanti a un gioco di freccette e la prima difficoltà che trovo è quella di recitare accanto a Margareth Madè, altezza compresa di tacchi : 1,90 cm credo. Maurizio si avvale di un piccolo trucchetto e io? e io no. Appaio come l’ottava nana sfuggita alla storia di Biancaneve. E vabbè! Andiamo avanti. Motore, ciak, azione!

Nel film Maurizio mi ha voluta un po “spocchiosa”. Recito la parte di una cantante professionista che odia perdere tempo con due musicisti “improvvisati” ossia Maurizio e Neri.Nella realtà ero un’attrice improvvisata che temeva di far perdere tempo a due attori
professionisti, alla faccia dello scambio di ruoli! Vi ho confusi? ;-P

Alla fine ce l’abbiamo fatta. Il film è fatto, pronto, bellissimo. Solo due anni fa Maurizio mi raccontava la storia di “Una donna x la vita” seduti in un bar di Napoli. Una storia che mi emozionò cosi tanto che il giorno dopo era già pronta “Guardami”, grazie anche a Massimo Russomanno e Luca Rustici. Poi ho aspettato due settimane prima di chiamarlo e dirgli ” ho scritto una cosa”, avevo paura che pensasse che lo stessi prendendo in giro.In realtà ero avida,mi sarei mangiata quel film, quell’esperienza, quella storia come un’affamata di emozioni.L’ho mangiata e trasformata in musica, come il mio solito.

L’incontro con Maurizio, della sua arte con la mia, è una piccola grande favola moderna. Qualche mese prima aveva scoperto “Nuda” su facebook, ne rimane affascinato e mi scrive.Da li parte la nostra collaborazione, non sull’onda di accordi discografici, cinematografici, di piani alti, no. Solo su puro feeling artistico. Non smetterò mai di essergli grata per aver avuto il coraggio e la libertà mentale di affidare a me, e non a nomi altisonanti della musica italiana, questa grande, bellissima responsabilità.

La vita è imprevedibile, fragile, dura, maledetta. Così imperfetta, e perfetta così.

La favola continua e inizia al cinema, il 21 settembre con “Una donna x la vita”.

ANIA CECILIA

settembre 5, 2012. ROmantiCk Cinema.

3 commenti

  1. Tom Simile replied:

    Sono sicuro che se ti cimenti nel comporre musica classica sarebbe comunque un successo!

  2. Fabio Tommasini replied:

    Ciao!Sono Fabio Tommasini,siamo amici su Facebook.é bellissimo cioè che ti è successo! non vi erano dubbi sul fatto che la tua arte è sconfinata! In bocca a lupo per tutto..ciao!

  3. Denis Cammarano replied:

    Ania, sei un’artista straordinaria e questa occasione è arrivata per questo motivo. Non vedo l’ora di sentire “ROmantiCK Cinema”, sarà di certo un capolavoro (come gli altri due album), spero ti porterà l’Alba migliore… quella che meriti! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Trackback URI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: